Traduzione


Il blog

Questo è un blog islandese di lingua italiana. La sua edizione elettronica avviene attraverso un dominio e un server islandese. Sebbene la legge islandese non preveda alcun risarcimento per violazione dell’ onore, né alcun reato di diffamazione, chiediamo a tutti coloro che dovessero sentirsi offesi o irritati dalle nostre parole di segnalarcelo via mail all'indirizzo
redazione@
donatellasavastafiore.is

Provvederemo immediatamente a correggere o a cancellare eventuali espressioni poco gradite. Il rispetto della persona umana è infatti per noi il valore più importante.

Diritti d’autore

Tutti i contenuti di questo blog appartengono agli autori che vi scrivono, se però qualcuno ritiene che siano stati violati in qualsivoglia modo i suoi diritti scriva tempestivamente alla nostra redazione alla seguente mail:

redazione@donatellasavastafiore.is

L’angolo vegano

L’angolo delle patate

Chi siamo

Mi chiamo Donatella Savasta Fiore e sono la proprietaria e, al momento, l’ unica scrittrice di questo blog.
Mi sono laureata in giurisprudenza presso l’Università di Torino nel lontano 1977 con una tesi sulla tutela internazionale dei diritti dell’ uomo;
dal 1977 al 1978 ho collaborato con un quotidiano a tiratura nazionale come corsivista di terza pagina scrivendo articoli di filosofia del diritto e di filosofia della politica con particolare riferimento alla tutela dei diritti umani sia in ambito internazionale che in ambito nazionale, anche in relazione agli ordinamenti di altri paesi;
dal 1978 al 1980 ho scritto sceneggiature per fumetti.
Nel 1980, a seguito di concorso pubblico, è stata  assunta in un grande istituto di credito dove ho lavorato sempre con funzioni di back office, fino al dicembre 2012 quando, per uno strano, fortunato caso, sono riuscita a sfuggire ai tagli della riforma Fornero e ad andare in pensione.
Nel corso di questo lavoro impiegatizio ho maturato una certa (amara) esperienza in ambito sindacale che mi ha resa piuttosto esperta in diritto del lavoro e della previdenza sociale.
A causa di alcune vertenze familiari durate circa trentanove anni (sì, proprio trentanove anni) ho conosciuto molto bene tutti i problemi connessi all’ inefficienza cronica  della giustizia civile italiana e alle sue reali e innominabili ragioni.
Per questo motivo e per aver maturato notevole esperienza anche nell’ ambito del mio lavoro impiegatizio, conosco molto bene il funzionamento di  tutte le procedure esecutive mobiliari e immobiliari e della procedura civile in generale.

Non essendo un avvocato professionista sono scollegata da qualsiasi interesse personale nella mia visione del problema giustizia ed avendo maturato una dolorosissima esperienza come cittadino nei tribunali italiani penso di poter essere qualificata ad esprimere un’ opinione sia filosofica che tecnica sull’ amministrazione della giustizia in Italia.

E’ mia intenzione, nel corso dei prossimi mesi, pubblicare su questo blog alcuni articoli riguardanti questo argomento contenenti anche suggerimenti rivolti ai pubblici poteri per una vera riforma della procedura civile che ponga al centro il diritto alla difesa dei comuni cittadini.